Solitamente quando incontro nuovi pazienti do loro l’opportunità di farmi delle domande con l’obiettivo di far calare un po’ quell’inevitabile imbarazzo iniziale che una persona prova quando va per la prima volta dallo psicologo. Una delle prime domande che spesso mi fanno è:

“Dottore ma lei quando ha capito che voleva fare lo psicologo?”

A dire il vero fino ai 17 anni non avevo la più pallida idea di cosa avrei fatto da grande. Poi, la lettura di un paio di testi di Pirandello e Svevo suscitarono in me delle curiosità e mi spinsero ad approfondire argomenti inerenti la psicologia. Inconsapevolmente stavo buttando i primi semi di quello che anni dopo sarebbe stato il mio lavoro.

Subito dopo il diploma mi trovai davanti ad un bivio: cercare un lavoro o continuare gli studi?

Pur non essendo una cima negli studi decisi di iscrivermi all’università. La scelta cadde quasi spontaneamente su un corso in psicologia e senza rendermene conto mi ritrovai a divorare un libro dopo l’altro. Quello che facevo mi appassionava sempre di più ed era bello constatare come tutto questo non solo non mi pesava ma mi portava ad avere anche ottimi risultati!

Quello che mi ha sempre aiutato è stata la mia grande curiosità che mi ha portato (appena ho potuto) a mettermi in discussione in vari settori della psicologia al fine di trovare “il vestito” più adatto alle mie caratteristiche.

Durate la prima tappa ho avuto modo di conoscere solo alcune delle difficoltà che una famiglia con bambini con ritardo mentale o autismo vivono sulla loro pelle; è stata un’esperienza per me molto dura ma altrettanto formativa.

Durante la mia seconda tappa mi sono occupato di tossicodipendenza, collaborando con un centro Exodus operante a Caltanissetta.

Con Il mio trasferimento a Catania ho avuto l’opportunità di collaborare con il Servizio di Psicologia di un grande polo ospedaliero che mi ha permesso di sviluppare competenze trasversali in vari reparti aziendali.

Inizialmente mi sono occupato di genitorialità, accompagnando le coppie durante il loro percorso pre e post parto, al fine di promuovere modalità maggiormente adattive per affrontare al meglio questo prezioso percorso.

Successivamente ho collaborato con il reparto di Oncoematologia  dove mi sono occupato del sostegno dei pazienti e dei loro familiari per  tutto il percorso che li avrebbe poi portati al trapianto di midollo osseo. È stata un’esperienza emotivamente molto intensa; è stato lì che ho compreso come tutto sia appeso ad un filo. Nel giro di poche ore si alternavano gravi perdite ad importanti successi, il tutto con una velocità tale che avrebbe scombussolato anche il più sano di mente.

La mia ultima tappa (che è stata anche la più lunga) mi ha visto operare in un Centro di riabilitazione psichiatrico e neurologico. Qui ho capito cosa “avrei fatto da grande”. Per me è stata un’esperienza molto formativa, sia da un punto di vista umano sia professionale.

La mia fortuna è stata quella di aver incontrato durante il mio percorso degli ottimi maestri, che con metodo, rigore e, a volte, con fare ironico davanti ai miei errori, mi hanno trasmesso la passione per questa meravigliosa professione e il rispetto profondo per i vissuti che, chi si affida a noi, ci permette di custodire.

La mia esperienza maturata in ospedale

Dal 2012 al 2016
Psichiatria 90%
Dal 2012 al 2016
Neurologia 70%
Dal 2010 al 2012
Ginecologia - Ostetricia 60%
Dal 2010 al 2012
Oncologia 45%
Dal 2012 al 2014
Prevenzione stress lavorativo 82%

I miei studi

Nel 2016 ho conseguito presso l’Istituto Tolman di Palermo la Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale con votazione 50 e lode.

Nel 2009 ho conseguito presso la Metaconsulting di Catania un Master in Gestione e Sviluppo Risorse Umane, con specializzazione nei seguenti ambiti:

  • Selezione del personale;
  • Gestione delle risorse umane;
  • Formazione.

Nel 2011 ho conseguito la laurea specialistica in Psicologia presso l’Università di Catania con tesi dal titolo:

“Cancro? Ridiamoci su! Gli effetti della Clownterapia secondo la Psiconeuroendocrinoimmunologia”

Nel 2008 ho conseguito la laurea triennale in
Scienze e Tecniche Psicologiche presso l’Università di Catania con tesi dal titolo:

“La nevrosi ossessiva fra psicoanalisi e neuroscienze”

thought-catalog-505eectW54k-unsplash
Scroll to top